10 vantaggi dell’accesso immediato alle piste con sistemi contactless

cover-skidata-social-distancing-2
Condividi su linkedin
Condividi su twitter

Adoro sciare, e per molti è l’attività perfetta per i mesi invernali, perché combina sport, natura e la possibilità di trascorrere del tempo con la famiglia e gli amici… ma allo stesso tempo, è difficile comprendere come nel 21° bisogna ancora fare lunghe code alle biglietterie perdendo tempo prezioso prima di poter indossare gli sci, o lo snowboard, e prendere il primo impianto di risalita.

Le code nelle stazioni sciistiche di prima classe nelle Alpi e negli Stati Uniti sono diventate uno spettacolo frequente.

C’è più di una soluzione a questo problema, ma considerando che la maggior parte dei resort hanno gate di accesso automatici (attualmente utilizzano una carta RFID), gli stessi resort hanno la possibilità di optare decisamente per la digitalizzazione.

E dico decisamente, perché nella maggior parte dei casi si assiste a un’implementazione parziale, che quindi non è così efficace come dovrebbe essere. Per questo motivo, soprattutto perché la stagione si è conclusa così bruscamente, ho pensato che sarebbe interessante aggiornare quelli che secondo me sono i 10 principali vantaggi di usare l’accesso istantaneo alle piste con sistemi contactless con l’aggiunta di alcune nuove considerazioni dovute al nuovo scenario in cui vivremo una volta superata la crisi del coronavirus, o alla sempre più alta compatibilità dei tornelli d’accesso con il Bluetooth dei nostri telefoni.

Dal punto di vista dello sciatore, i vantaggi di questo tipo di sistema sono:

 

#1 Dritti sulle piste: nessuna coda

Esattamente questo. Il valore principale di un sistema di vendita online e di instant access sulle piste è la massima riduzione dei tempi di attesa prima di iniziare a sciare. Una volta che si dispone di una tessera RFID compatibile con la stazione, un sistema con queste caratteristiche permette ad ogni utente di effettuare la ricarica online per un giorno specifico, sostituendo l’attività manuale tradizionalmente svolta alle casse di pagamento, avendo già in mano una tessera che ci autorizza ad accedere alle piste.

 

#2 Prelievo automatico al primo acquisto 

Il primo acquisto prevede normalmente di dover ritirare la carta in un punto specifico del resort, e quindi potenzialmente di dover fare la coda. Ma ora c’è la possibilità di installare diverse macchine emittenti in punti strategici, all’interno e all’esterno del resort, in modo che gli utenti possano ottenere la tessera già convalidata in automatico, semplicemente scannerizzando il codice QR generato attraverso il processo di acquisto online. In alternativa, le tessere possono essere inviate direttamente all’indirizzo della persona nel giro di 24 ore, allo stesso modo in cui riceviamo molti altri prodotti di e-commerce.

 

# 3 Senza contatto per una maggiore protezione

In un mondo post-covid, molti sciatori, e probabilmente le stesse autorità, chiederanno l’implementazione di sistemi di acquisto e di controllo degli accessi “con distanza socialmente compatibili”, per una maggiore protezione sia dei clienti che dei lavoratori. È chiaro che le lunghe code alle casse di pagamento dovranno essere gestite in modo diverso, oppure dovranno essere installati sistemi digitali come quello proposto.

 

Immagine Skidata

#4 Accesso facile e veloce con lo Smartphone, senza lo Skipass tradizionale

Oltre ad essere più ecologico, sarebbe anche molto più semplice per tutti poter accedere alle piste da sci utilizzando il proprio smartphone ed evitando così la produzione di migliaia di Skipass che hanno un costo e un impatto ambientale non indifferente. Siamo ancora lontani dal rimpiazzare completamente tutti gli Skipass fisici, ma l’uso della plastica può essere ridotto drasticamente promuovendo il riuso (economia circolare) o in alternativa sfruttando l’utilizzo dei dispositivi mobili dei clienti tramite tecnologia Bluetooth. Questa possibilità non è ancora utilizzata al 100% nei resort, ma la scorsa stagione un comprensorio austriaco è stato il primo ad introdurla in via sperimentale. Non c’è dubbio che una volta che questo sistema funzionerà a dovere e sarà adottato su larga scala sarà una svolta per tutti, oltre che rendere l’esperienza interamente digitale, mobile e plastic-free.

 

#5 Un unico Skipass compatibile con più comprensori 

Per gli sciatori che visitano più comprensori nel corso della stagione dovendo acquistare uno Skipass in ogni località e gestirne l’utilizzo attraverso account sempre diversi, questo può diventare alla lunga un problema. Per questa ragione i comprensori dovrebbero consentire l’accesso diretto alle piste tramite Skipass emessi da soggetti terzi e non limitarlo agli Skipass dello specifico comprensorio. Abbiamo notato che, tra gli altri vantaggi, i servizi come quello offerto da Skioo non compromettono i prodotti venduti direttamente della stazione sciistica, ma contribuiscono invece a eliminare le barriere di accesso alle piste per gli sciatori occasionali. 

 

#6 Prezzi dinamici e pagamenti flessibili

Pagare dopo aver sciato, prezzi migliori comprando in anticipo e agevolazioni sulle quote plurigiornaliere sono opzioni molto apprezzate dagli sciatori, ma possibili quasi esclusivamente sui canali online e tramite l’accesso a sistemi di vendita dedicati.

Questi sono i vantaggi secondo me più rilevanti, ma dal punto di vista dei comprensori aggiungerei anche:

 

#7 Aumento dei profitti generati dai canali online attirando nuovi sciatori e fidelizzando quelli esistenti

Un sistema con questi servizi permette ai direttori commerciali e di marketing dei comprensori sciistici di promuovere la propria stazione in tutti i settori del mondo digitale, sia per attrarre nuovi sciatori che per fidelizzare gli esistenti tramite uno Skipass da utilizzare più o meno frequentemente a seconda delle necessità. 

 

#8 Raccogliere i dati degli utenti per conoscerli meglio e personalizzare prodotti e servizi 

Non v’è dubbio sul fatto che la possibilità di contattare e conoscere il proprio cliente richiede una capacità di generazione di dati che ha senso solo in un ambiente interamente digitale. Tradizionalmente infatti, i comprensori sciistici non conoscono i propri clienti molto bene dal momento in cui il pagamento alle casse non consente di raccogliere dati e che spesso non è vista come una priorità. Oppure, questo tipo di dati vengono raccolti solo per gli sciatori che richiedono uno Skipass stagionale. Canalizzando le vendite e le interazioni con il cliente online, la capacità di conoscere e rimanere costantemente in contatto con il proprio cliente cambia in modo radicale. 

 

#9 Risparmio sui costi fissi e più costi variabili, minori costi di gestione.

Implementare questo tipo di sistema permette alle stazioni sciistiche di ottimizzare il numero di casse (tradizionalmente un costo fisso) necessarie a fronteggiare i picchi di affluenza, ma che risultano in eccesso in altri momenti del giorno o della settimana. Il trend è infatti quello di convertire le casse in sportelli per il servizio clienti e automatizzare invece il processo di acquisto.

Allo stesso tempo, promuovere il riuso delle tessere ricaricabili o l’utilizzo dello Smartphone è un altro modo di ridurre i costi evitando così l’acquisto di grandi quantità di biglietti Skipass prima dell’inizio della stagione con conseguente impatto sui fondi dell’azienda.

 

#10 Massimizzazione dei profitti

La capacità di incrementare il volume degli affari, assieme alla riduzione e variabilità dei costi, ci forniscono gli strumenti necessari per poter incrementare i margini e la massimizzazione dei profitti del comprensorio sciistico.

 

Il contributo di Skitude per il settore

Nel 2012 abbiamo deciso di connettere sciatori e amanti della montagna tramite Skitude, una App mobile specificatamente pensate per questo tipo di utenza, fornendo così degli strumenti utili per la massimizzazione la user experience durante le visite nei resort sciistici. Ed allo stesso tempo,realizzato delle App personalizzate per le singole società per connettere i comprensori con i propri clienti.

Nel corso delle stagioni abbiamo notato che in molte stazioni queste applicazioni sono diventate uno dei canali principali di promozione e comunicazione, e da più di tre stagioni le App che sviluppiamo sono predisposte per la vendita e la ricarica In-App degli Skipass agevolando così l’accesso diretto alle piste, interamente conctacless.

Skitude-Services.png
(Esempi di più di 30 comprensori sciistici che hanno usano la soluzione Resort Instant Access di Skitude. Una soluzione che ci ha permesso di creare punti vendita online che possono essere integrati direttamente nel sito web del comprensorio)

Seguendo questa filosofia, nel 2019 Skitude ha incorporato Skioo, un servizio che offre uno Skipass per l’accesso immediato alle piste in grado di offrire, tra l’altro,  la modalità di pagamento posticipato compatibile con oltre 40 comprensori a livello internazionale e completamente compatibile con i canali di vendita e gli Skipass venduti all’interno del comprensorio.

Il pass Skioo in tre semplici passi

Vorrei infine evidenziare una delle nostre iniziative più promettenti, su cui stiamo ancora lavorando e che consiste in Applicazioni come quella di Skitude in grado di permettere il passaggio ai tornelli senza l’utilizzo dello Skipass fisico, tenendo lo Smartphone in tasca, per offrire così un’esperienza ancora migliore agli sciatori.

Pubblicato da

Marc Bigas

Marc Bigas

Skitude CEO & Co-founder
Sciatore e cofondatore esperto con una storia dimostrata di lavoro nel settore dell'informatica e dei servizi per oltre 15 anni.