Come sarà la “nuova normalità” nelle stazioni sciistiche?

cover-3-ski-future
Condividi su linkedin
Condividi su twitter

Evoluzione. Se c’è qualcosa che caratterizza il genere umano sin dall’inizio dei tempi, è la sua capacità di adattarsi all’ambiente circostante grazie allo sviluppo della tecnologia. In un periodo in cui l’Europa inizia il ritorno alla “nuova normalità”, tutti noi che formiamo questa grande famiglia di sciatori stiamo pensando come gestire questa crisi sanitaria nelle stazioni sciistiche in modo da poter tornare sulle piste. 

Ed è ancora una volta la tecnologia che ci aiuterà a mantenere il “distanziamento sociale” per trasportarci nel futuro. A questo punto della stagione la nostra attenzione è rivolta all’emisfero meridionale. In che modo apriranno i nostri amici di Sud America, Australia e Nuova Zelanda? In quali condizioni?

Modelli norvegesi e americani 

Forse nell’emisfero meridionale prenderanno ispirazione dalle iniziative delle stazioni norvegesi e americane che, senza chiudere, hanno deciso di combattere il Coronavirus con il buon senso e gli strumenti a loro disposizione. Ad esempio, in Norvegia, come spiegato da Endre Løvaas Manager di Skitude Nordic nel suo articolo su Linkedin, lo scorso aprile alcuni resort hanno adottato le seguenti misure: 

  • Tutte le vendite di skipass (ricarica della carta) sono rigorosamente online e solo un numero limitato di pass sarà disponibile per l’acquisto al giorno. Nessun acquisto anticipato, solo il giorno di sci.
  • I guanti sono obbligatori e si consiglia l’uso di scaldacollo o mascherine per proteggere il viso.
  • Parcheggio con grande distanza tra veicoli e limite di capienza 
  • Distanza minima di 2 metri tra persone che non sono parenti o compagni di viaggio
  • Nessun bambino di età inferiore a 6 anni può utilizzare gli impianti di risalita da solo. 
  • Non è consentito l’uso di funivie o impianti di risalita chiusi.
  • Solo le famiglie possono usare le seggiovie insieme. Le seggiovie con 4, 6 e 8 posti possono trasportare solo 2 o 3 persone alla volta e distanziate, se non in famiglia.
  • Non apriranno i servizi di noleggio sci e i ristoranti. I cibi e le bevande vengono serviti unicamente da asporto e con un sistema di fila organizzato.
  • Regolazione della capacità dei bagni con sistema di fila.

Distanziamento sociale implementata a Myrkdalen Resort il 25 aprile.

 

Da parte sua, la stazione di MT Baldy in California, dopo aver chiuso inizialmente a causa della pandemia, ha scelto di riaprire le porte al pubblico a fine aprile applicando in modo scrupoloso le linee guida di distanziamento sociale”. In questo modo, oltre a adottare le misure igieniche e di distanziamento obbligatorio, i suoi biglietti erano acquistabili unicamente online, come nelle stazioni norvegesi.

La vendita online e la digitalizzazione come risposta

È evidente che le misure del governo accelereranno il processo di digitalizzazione delle stazioni per contrastare i danni collaterali del Coronavirus sulla nostra società. Fino ad ora, l’acquisto online di skipass era un’opzione pensata per rendere più facile la vita degli sciatori. Ora potrebbe permettere loro di continuare a praticare lo sport che amano.

La vendita online di skipass consentirebbe alle stazioni di controllare in modo anticipato la capacità permessa da eventuali restrizioni governative attraverso la vendita anticipata, e di chiudere la vendita al raggiungimento del massimo autorizzato. 

La vendita online aiuta a limitare i contatti fisici

La tecnologia Skioo diventa così il grande alleato dello sport di montagna poiché offre allo sciatore un’esperienza del tutto senza contatto e autonoma. Grazie ad essa, è possibile evitare la folla al botteghino, creando così un ambiente sicuro per utenti e dipendenti. Tutto questo utilizzando la sua carta di accesso istantaneo alle piste, in modalità postpagata, compatibile con più di 30 stazioni.

Per quanto riguarda i ristoranti, che potrebbero essere costretti a ridurre la loro capienza, una soluzione potrebbe essere quella di gestire l’afflusso dei clienti con un sistema di file virtuali e ordini anticipati per un servizio di asporto (take away).

Coda virtuale a Mcdelivery Singapore

Infine, per evitare possibili contatti indiretti tra le persone, è possibile centralizzare e offrire l’accesso a tutte le offerte turistiche e alle informazioni riguardanti la stazione tramite applicazioni mobili. Una misura presa da Air France, che ha eliminato tutti i suoi volantini e riviste sostituendoli con omonimi digitali. Nel contesto dello sci, un elemento importante in formato cartaceo sono le mappe delle piste, e queste possono essere sostituite con un formato digitale, interattivo e sostenibile nelle applicazioni mobili.

Carte 3D d’une station de ski pour utilisation mobile

 

Il contributo di Skitude per il settore

 

Nel 2012 abbiamo deciso di connettere sciatori e amanti della montagna tramite Skitude, una App mobile specificatamente pensate per questo tipo di utenza, fornendo così degli strumenti utili per la massimizzazione la user experience durante le visite nei resort sciistici. Ed allo stesso tempo,realizzato delle App personalizzate per le singole società per connettere i comprensori con i propri clienti.

 

Nel corso delle stagioni abbiamo notato che in molte stazioni queste applicazioni sono diventate uno dei canali principali di promozione e comunicazione, e da più di tre stagioni le App che sviluppiamo sono predisposte per la vendita e la ricarica In-App degli Skipass agevolando così l’accesso diretto alle piste, interamente conctacless.

Più di 30 comprensori sciistici che hanno usano la soluzione Resort Instant Access di Skitude. Una soluzione che ci ha permesso di creare punti vendita online che possono essere integrati direttamente nel sito web del comprensorio

Seguendo questa filosofia, nel 2019 Skitude ha incorporato Skioo, un servizio che offre uno Skipass per l’accesso immediato alle piste in grado di offrire, tra l’altro,  la modalità di pagamento posticipato compatibile con oltre 40 comprensori a livello internazionale e completamente compatibile con i canali di vendita e gli Skipass venduti all’interno del comprensorio.

Il pass Skioo in tre semplici passi

I comprensori sciistici e la community ci hanno incoraggiati sviluppare costantemente questa nuova generazione di mappe, portandole ben oltre lo scopo iniziale sull’App Skitude. Skitude oggi offre una delle più complete e competitive soluzioni per la mappatura digitale per comprensori sciistici e località di montagna sul mercato, con la fiducia di dozzine di comprensori in tutto il mondo:

Esempio di una mappa 3D di un comprensorio in inverno e in estate

Pubblicato da

Héloïse Haake

Héloïse Haake

Skitude Marketing Manager
Membro del team Skitude dal 2014 e appassionato di marketing da dieci anni nei settori sciistico e alberghiero.

Condividi su twitter
Condividi su linkedin